In questo articolo tratteremo il tema della liquidazione del danno parentale dovuto a malasanità; cosa bisogna fare in caso di perdita di un congiunto?

Danno parentale e malasanità

Nell’ambito della sanità pubblica e privata accade di frequente che dei trattamenti medici arrechino danni gravi, anche gravissimi, alla salute dei pazienti.

In caso di morte di un congiunto a causa di un errore medico i familiari potranno richiedere tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti, sia in proprio che in conseguenza della loro qualità di eredi.

Perdita del congiunto e risarcimento agli eredi

Quando la morte di un congiunto sia addebitabile all’errore di un sanitario, un aspetto rilevante da considerare per procedere con una richiesta danni è rappresentato dalla prova della qualità di congiunto o di erede, legittimo o testamentario.

Colui che agisce contro i sanitari, infatti, è tenuto a provare l’esistenza della situazione giuridica soggettiva in base alla quale afferma di essere un congiunto del defunto o ancora di più un erede.

Danno perdita parentale: la prova del rapporto di parentela ai fini del risarcimento

La qualità di congiunto del defunto deceduto per colpa medica può essere provata attraverso le certificazioni anagrafiche dalle quali ricostruire il rapporto parentale o attraverso la dichiarazione di successione presentata per gli eredi, oppure con la presentazione dell’atto di notorietà del notaio il quale provvede ad accertare la sussistenza dei rapporti parentali, infine con una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (autocertificazione).

Malasanità e danno da perdita parentale: le voci risarcibili

Nel caso in cui il decesso di un proprio caro sia avvenuto per responsabilità medica gli eredi potranno richiedere, oltre ai danni patrimoniali, anche tutti i danni non patrimoniali, sia quelli che vengono acquisiti per via ereditaria e sia quelli acquisiti in via diretta come superstiti.

Vediamo quali sono le voci di danno trasmesse iure hereditario (cioè che si concretizzano prima nel patrimonio del defunto e successivamente trasmesse agli eredi):

  • Danno biologico terminale: riguarda il periodo di prognosi ed i postumi invalidanti che lo sfortunato paziente vittima di malasanità subisce dall’evento nefasto sino alla morte (tale danno si determina maggiormente quando tra l’evento malasanità ed il decesso è intercorso un periodo di tempo consistente);
  • Danno morale soggettivo catastrofale: consiste nelle sofferenze patite dalla vittima di malasanità, che percepisce che dovrà morire, durante la degenza per colpa medica sino al decesso;
  • Danni patrimoniali: si tratta di tutte le spese di cura sostenute tra l’evento lesivo e la morte, oltre alla perdita di redditività per non aver potuto lavorare durante la degenza sino al decesso.

Per quanto riguarda i danni iure proprio cioè quelli che si determinano direttamente per la qualità di superstite segnaliamo:

  • Danni morali da perdita parentale: riguardano tutte le sofferenze patite dal superstite in ragione della morte del loro familiare e per la gravità dell’illecito subito (per la liquidazione si dovrà tenere conto dell’intensità del vincolo familiare);
  • Danno biologico di natura psicologica: consiste nel provare una patologia psichiatrica per la perdita del congiunto;
  • Danni patrimoniali da perdita di redditività: riguarda il risarcimento dovuto per la perdita di contribuzione patrimoniale che il defunto avrebbe apportato alla famiglia se fosse rimasto in vita.

Perdita del congiunto: come procedere per ottenere il risarcimento

Se hai subito la perdita di un tuo caro per colpa medica e necessiti di informazioni in merito alla responsabilità del medico o della struttura sanitaria puoi rivolgerti a noi in modo del tutto gratuito.

La parcella del legale ti sarà richiesta solo in caso di risarcimento del tuo caso malasanità: Se non raggiungiamo il risultato sperato non ci dovrai nulla!

Inviaci un messaggio WhatsApp (anche audio) con la storia malasanità del tuo caro, possiamo fornirti assistenza medico legale con il supporto di medici specialistici e avvocati esperti per ottenere senza costi e spese anticipate il giusto risarcimento malasanità.

Condividi l'articolo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di RISARCIMENTO DANNI per consetirti una migliore navigazione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi