In tema di violazione del consenso informato si deve segnalare una recentissima pronuncia della corte di cassazione (sentenza n. 28985 del 11 novembre 2019) secondo la quale: nessuno può disporre interventi medici che non siano stati ben illustrati ed espressamente accettati dal paziente.

Risarcimento danni per omessa o insufficiente acquisizione del consenso informato

Pertanto con la nuova decisione la suprema corte, nell’ambito del diritto alla sicurezza nelle cure per il paziente, individua i margini relativi alla risarcibilità del pregiudizio sulla libera determinazione alla cura sanitaria. La cassazione, infatti, con questa decisione precisa che la violazione da parte del medico del dovere di informare il paziente può causare due diversi tipi danni:

  • un danno alla salute, quando il paziente riesce a provare che ove fosse stato correttamente informato avrebbe rifiutato di sottoporsi all’intervento e pertanto non avrebbe subito le relative conseguenze invalidanti;
  • un danno da lesione del diritto all’autodeterminazione, che ricorre quando il paziente, a causa del deficit informativo, subisce un pregiudizio diverso dalla lesione del diritto alla salute.

Mancato consenso informato: diritto fondamentale dell’ammalato è ricevere una giusta informazione

Il principio espresso dalla cassazione con la nuova decisione in materia di consenso informato determina una responsabilità per ogni danno subito (danno biologico e danno da omissione informativa) qualora il paziente dimostri, con ogni mezzo di prova ammissibile, che avrebbe rifiutato il trattamento medico se debitamente informato.

Il danno da mancato consenso informato

In sintesi viene finalmente affermata la piena e autonoma risarcibilità del danno da lesione dell’autodeterminazione, nell’ambito dei diritti fondamentali alla salute e rende risarcibile tutto il danno biologico legato all’atto sanitario, anche quello andato quasi a buon fine.

Per la cassazione sussiste, pertanto, il diritto al risarcimento del danno da lesione del diritto di autodeterminazione che si sia verificato per le non imprevedibili conseguenze di un atto terapeutico, pur necessario e anche se eseguito secondo le regole dell’arte, ma tuttavia effettuato senza la preventiva informazione del paziente circa i suoi possibili effetti pregiudizievoli e dunque senza un consenso consapevolmente prestato.

Per il supremo collegio la manifestazione del consenso del paziente alla prestazione sanitaria rappresenta l’esercizio di un autonomo diritto soggettivo all’autodeterminazione proprio della persona fisica, la quale in piena libertà e consapevolezza sceglie di sottoporsi a terapia farmacologica, esami clinici e strumentali o ad interventi e trattamenti anche invasivi.

A tale diritto fondamentale della persona corrisponde l’obbligo del medico di fornire informazioni dettagliate per rendere consapevole il paziente della natura dell’intervento medico o chirurgico, della sua portata ed estensione, dei suoi rischi, dei risultati conseguibili e delle possibili conseguenze negative.

In tale contesto spetterà al paziente dimostrare e allegare quali ulteriori pregiudizi patrimoniali o non patrimoniali ha subito, oltre al danno biologico, in conseguenza di una omessa o insufficiente informazione da parte del medico.

In conclusione, sotto il profilo risarcitorio il consenso informato è un diritto fondamentale dell’individuo che, ove violato, merita il giusto risarcimento, anche se non si è verificato un danno alla salute e anche se l’intervento del sanitario è stato corretto sotto il profilo tecnico.

Malasanità risarcimento per omissione informativa

Inviaci tutta la documentazione medica inerente il tuo caso, possiamo fornirti assistenza, predisporre l’istanza di accesso alla documentazione sanitaria, la relazione medico legale anche con il supporto di specialisti (chirurghi, neurologi, ortopedici), la consulenza tecnica preventiva (c.d. ATP) e relativo giudizio presso il tribunale competente.

Contattaci e verrai seguito dal miglior esperto di risarcimento danni malasanità per il tuo caso specifico.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di RISARCIMENTO DANNI per consetirti una migliore navigazione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi